Scuola dell’infanzia di Sogeani

Operativo:
1973 (struttura preesistente al nostro intervento)

Inaugurato (dopo l’intervento di WHY Onlus):
ottobre 2009

Beneficiari diretti (aggiornamento 2013):
170 bambini, 10 maestre, 1 cuoca

Partner Locale:
Comitato per l’educazione e sviluppo del villaggio di Sogeani (Makunduchi), Ministero dell’educazione di Zanzibar

Finanziatori:
Per il restauro: WHY e sostenitori privati.
Per il mantenimento: Ministero dell’educazione e la comunità locale.

Stato progetto:
attivo

Interventi di WHY:

  • completa ristrutturazione e ampliamento struttura precedente
  • parziale mantenimento costante della struttura
  • parziale fornitura del materiale scolastico
  • attività con i volontari

> LA STORIA DELL’ASILO
Makunduchi, il villaggio dove si trova l’asilo, è il capoluogo della regione meridionale dell’isola di Zanzibar, ed è secondo solo a Stone Town, capitale dell’isola. Nel villaggio hanno sede i distaccamenti ministeriali per la sanità e l’educazione.

La nostra collaborazione con la comunità di Makunduchi inizia nel 2006 con la ristrutturazione del centro sanitario del gruppo medico di gestione distrettuale.

Sogeani è uno dei pochi asili ministeriali di Zanzibar, gli insegnanti sono di ruolo e stipendiati dal Ministero dell’educazione. La vecchia struttura risaliva agli anni settanta, ed era la più longeva tra gli edifici pre-scolastici presenti nella parte meridionale dell’isola. I 120 bambini erano stipati in sei piccole “classi” di 4 m2 circa. Le aule erano molto calde, poco arieggiate, gli spazi inesistenti e rumorosi. In queste condizioni lo svolgimento delle lezioni era faticoso.

La richiesta di aiuto arrivata a WHY direttamente da un insegnante dell’asilo che si è fatto promotore a nome della scuola del bisogno di avere l’edificio ristrutturato e ampliato: le condizioni fatiscenti della struttura, sulla quale negli anni non era stato effettuato nessun tipo di manutenzione, hanno reso l’intervento di WHY impellente e necessario.

La realizzazione del progetto è stata possibile grazie all’intervento di Lia Alba Ragucci, Franco Vagelli, e del gruppo Gocce d’Amore – che hanno dedicato la struttura ad Anna Covino – e si è svolta in due fasi:

  1. costruzione della nuova ala, composta da tre ampie classi, un magazzino e 4 nuovi bagni;
  2. rinnovamento del vecchio edificio.
    A conclusione dei lavori i bambini di Sogeani ed i loro insegnanti hanno ottenuto un nuovo complesso formato da 2 blocchi con 5 nuove aule
  3. nel nuovo blocco e 2 nel vecchio asilo ristrutturato), 2 uffici/magazzino (uno per ogni edificio),
  4. nuovi bagni forniti di impianto idraulico, una cucina esterna realizzata in stile tradizionale, un cortile interno e un ampio giardino esterno allestito con giochi tradizionali per i bambini.
    L’asilo è inoltre fornito di energia elettrica.

> SITUAZIONE ATTUALE
Per il 2013 si sono iscritti 170 bambini dai 4 ai 7 anni. L’asilo dà lavoro a 10 maestre e 1 cuoca.

 

> ALCUNE FOTO DELL’ASILO