Scuola dell’infanzia di Unguja Ukuu

Operativo:
1998 (struttura preesistente al nostro intervento)

Inaugurato (dopo l’intervento di WHY Onlus):
luglio 2008

Beneficiari diretti (aggiornamento 2015):
96 bambini, 4 maestre

Partner Locale:
Comitato per l’educazione e  lo sviluppo

Finanziatori:
Per il restauro: WHY, sostenitori privati
Per il mantenimento: WHY, Rotary Club di Salerno, Gruppo Agenti ALLIANZ Lloyd Adriatico.
Anche la comunità si occupa parzialmente delle spese ordinarie di mantenimento dell’asilo.

Stato progetto:
attivo

Interventi di WHY:

  • completamento della struttura precedente
  • mantenimento costante della struttura
  • stipendio di insegnanti, cuoche, collaboratori
  • corsi di formazione degli insegnanti
  • pasti merenda per i bambini
  • fornitura del materiale scolastico
  • attività con i volontari

> LA STORIA DELL’ASILO
Unguja Ukuu è stata la prima capitale dell’isola di Unguja: ancora oggi si trovano sulla costa i resti dei palazzi governativi. Si trova sulla strada principale che collega Stone Town alla regione meridionale, ed è uno dei più grandi villaggi di Zanzibar, dopo Stone Town e Makunduchi. Conta circa 10.000 abitanti che vivono di piccolo commercio, pesca, agricoltura, raccolta della legna e produzione di carbone.

La scuola primaria e secondaria conta circa 1.500 studenti. Due gli asili: uno a nord del villaggio gestito dalla comunità, ed uno a sud gestito da WHY.

La richiesta di aiuto giunta a WHY da un componente del comitato per lo sviluppo e l’educazione del villaggio, Mr Kassim, all’epoca direttore della vicina scuola di Uzi e abitante nel villaggio di Unguja Ukuu. Da circa 10 anni la comunità aveva iniziato la costruzione di un asilo, opera che si era arenata per mancanza di fondi. Le 4 maestre e i bambini si radunavano tutti i giorni in un piccolo locale dato in prestito dalla comunità e sede del partito di maggioranza. La struttura messa a disposizione consisteva di due piccoli spazi per un totale di circa 30 metri quadri non intonacati e senza pavimento. Ciò nonostante sia maestre che bambini si recavano regolarmente a scuola con divisa e quaderni.

L’intervento di WHY per il completamento dell’edificio è stato possibile grazie al contributo del gruppo Gocce d’Amore, che ha permesso l’inaugurazione di un asilo spazioso e colorato, immerso nel verde, nel villaggio di Unguja Ukuu.

> SITUAZIONE ATTUALE
Oggi l’asilo di Unguja Ukuu accoglie circa 90 bambini e dà lavoro a 4 maestre e 1 cuoca.
Dal settembre 2010 si è raggiunto un bell’accordo con il Gruppo Agenti ALLIANZ Lloyd Adriatico che ha ufficialmente adottato l’asilo di Unguja Ukuu.

 

> ALCUNE FOTO DELL’ASILO

 

> Durante una consegna del materiale didattico: