CAMPO DI VOLONTARIATO A ZANZIBAR

ECCO ALCUNE INFO GENERALI e DI MASSIMA DEI NOSTRI CAMPI

DOVE:

Tanzania, arcipelago di Zanzibar, Isola di Unguja.

Villaggi di Jambiani, Makunduchi, Mtende, Kibuteni, Uzi, Unguja Ukuu, Jumbi e Charawe.

 

QUANDO:

Le date del\i campo\i vengono pianificate in relazione alle effettive necessità di intervento nei nostri progetti, all’interno della programmazione generale.
Inoltre si cerca di tenere in considerazione, per quanto possibile, la disponibilità dei voli aerei, in modo tale da garantire la compresenza in loco di almeno due volontari.
Non ci sono periodi fissi e uguali per tutti gli anni per la realizzazione dei campi

Zanzibar è un’isola a maggioranza musulmana ed è indispensabile rispettare il periodo di Ramadan, durante il quale le scuole chiudono, che cambia ogni anno in relazione al calendario Musulmano.

Inoltre i campi di volontariato vengono inseriti all’interno di una più vasta programmazione di intervento e quindi sono realizzati in relazione all’effettiva necessità di intervento.

 

COME:

ATTENZIONE: per partecipare ai campi volontari bisogna aver compiuto la MAGGIORE ETÀ.

PRIMA DI TUTTO UNA PRECISAZIONE: le attività di preparazione del campo sono fatte da volontari. Persone che offrono gratuitamente del tempo per leggere candidature, incontrare candidati, pianificare e gestire attività e incontri, organizzare i viaggi, nel pieno dello spirito di WHY Onlus che è prima di tutto un’associazione di volontariato.
Chiediamo pertanto elasticità e collaborazione per poter svolgere questo lavoro nel miglior modo possibile!

  • 1) INVIO DELLA PROPRIA CANDIDATURA
    Quando è stata aperta la pre-iscrizione al campo.
  • 2) COLLOQUIO E SELEZIONE*
    Le candidature scelte
    vengono richiamate per un colloquio con i nostri referenti per il volontariato, che si occupano della selezione degli effettivi partecipanti.

*Una selezione è purtroppo necessaria: il nostro desiderio sarebbe di dare a tutti la possibilità di partire, ma le domande generalmente superano il numero dei posti disponibili.

Vi chiediamo di non considerare un’eventuale non selezione come un giudizio o un’asserzione di non idoneità al volontariato. Dobbiamo necessariamente considerare i limiti imposti dalla logistica e dalla tipologia di attività programmata, cercando di realizzare gruppi di volontari che abbiano effettive capacità specifiche in relazione alla tipologia di campo organizzato.
Il volontariato rimane comunque una scelta adatta a chiunque abbia voglia di impegnarsi realmente.

  • 3) ISCRIZIONE
    L’effettiva iscrizione al campo avviene in seguito alla risposta positiva al colloquio.
    All’atto dell’iscrizione si richiede una caparra, valutata di volta in volta in relazione all’impegno economico.

Ricordiamo inoltre che la partecipazione agli incontri preparatori è vincolante per la partecipazione al campo di volontariato.

  • 4) INCONTRI PREPARATORI E ATTIVITÀ ASSOCIATIVE PRE-PARTENZA
    Gli incontri preparatori e la partecipazione alle attività di WHY servono
    a dare la possibilità a chi decide di fare quest’esperienza di affrontare alcune tematiche importanti connesse al ruolo del volontario in questa Associazione, di ricevere tutte le informazioni necessarie e di prepararsi all’inserimento nella realtà di Zanzibar con indicazioni utili per la convivenza con la cultura ospitante.
    Inoltre, durante questi incontri i volontari in partenza avranno l’occasione di conoscersi tra loro (passaggio fondamentale considerato che affronteranno poi una convivenza stretta durante il campo) e confrontarsi con chi ha già fatto la stessa esperienza.

Il calendario e la modalità degli incontri saranno definiti di volta in volta in relazione alla tipologia del campo di volontariato. A titolo di esempio si riportano di seguito alcune esperienze pregresse:
– uno o due pomeriggi di sabato, presso la nostra sede di Trento

– videoconferenze su Skype
– un fine settimana stanziale (dal sabato pomeriggio alla domenica pomeriggio) presso una struttura in Trentino
– la partecipazione ad una delle attività associative sul territorio (cena solidale, eventi a scopo benefico, raccolta fondi, ecc.)
COSA:

LE ATTIVITÀ
Le attività che coinvolgono i volontari dei campi possono essere diverse e sono pianificate in relazione alle effettive esigenze indicate dai coordinatori che operano in loco nella sede di Jambiani.
Si riportano di seguito alcuni esempi delle attività che possono essere previste.

  • Attività di manutenzione: lavori di manutanzione ordinaria delle strutture, opere di piccola muratura, bonifica dei terreni circostanti,
    Per questa attività servono persone piuttosto abili nei lavori manuali, dinamiche e fisicamente preparate per lavori mediamente faticosi
  • Attività didattiche, ludico ricreative e sportive con i bambini 
    Per questa attività servono persone con esperienza in attività di insegnamento, animazione o di carattere sociale
  • Attività grafico-decorativequali lavori di decorazione delle aule, pittura delle strutture.
  • Attività didattiche nel Polo formativo per adultiquali corsi di lingue, di informatica e altri in relazione alle esigenze della comunità locale.

 

PROGRAMMA DI MASSIMA DEL CAMPO:

  • Il programma è organizzato nei dettagli prima della partenza dei volontari. Durante il campo, viene messo a punto settimanalmente in collaborazione con il personale in loco. Tale programmazione può quindi subire delle modifiche nel corso del campo, in base anche alla risposta dei partecipanti, alla loro iniziativa e allo spirito di collaborazione che essi dimostrano.
  • Durante il soggiorno vengono anche visitate le cooperative locali di donne che coltivano le alghe, lavorano le fibre di cocco e cucinano in modo tradizionale per dare ai volontari una panoramica più generale della realtà economica e sociale dei villaggi locali.
  • In accordo con i volontari, per la domenica vengono organizzate escursioni (facoltative) per conoscere l’isola e i suoi abitanti.

 

LA VITA IN COMUNE DURANTE IL CAMPO
Un aspetto fondamentale da tenere in considerazione, e da valutare attentamente prima di scegliere di partecipare, è la convivenza:

  • i volontari vengono alloggiati presso una casa comune
  • nella casa i volontari condividono spazi, stanze, servizi e pasti
  • i volontari hanno precisi obblighi verso i propri coinquilini. Rispetto reciproco, elasticità e capacità di condivisione sono le basi fondamentali per una convivenza sana e piacevole.
  • i volontari devono provvedere alle pulizie della casa ed a cucinare i pasti. In alcune occasioni il pranzo può essere preparato dalle donne del villaggio. Consigliamo i volontari di organizzare dei turni e di rispettarli.

 

QUOTA CAMPO:

LA QUOTA CAMPO VIENE DEFINITA INSIEME ALLA PROGRAMMAZIONE DEL CAMPO

LA QUOTA COMPRENDE (salvo eventuali variazioni segnalate di volta in volta):

  • costi organizzativi e rimborso spese per i referenti del progetto ed i collaboratori in loco, compreso il necessario mediatore culturale/traduttore che accompagnerà i volontari durante le attività negli asili
  • costi per vitto e alloggio dei volontari, quali affitto delle abitazioni, pasti effettuati a casa, spese correnti per acqua, energia elettrica e gas, traffico telefonico per comunicazioni tra i volontari, i referenti del progetto ed i collaboratori locali
  • costi per i trasporti strettamente correlati allo svolgimento delle attività previste dal campo di volontariato

 

LA QUOTA NON COMPRENDE:

  • volo aereo.Al fine di ottimizzare costi e tempi è auspicabile che i partecipanti al campo arrivino e ripartano insieme, sarà quindi necesario cooncordare insieme le date dei voli in modo tale da assicurare la compresenza di almeno due volontari.
  • assicurazione sanitaria. Deve essere necessariamente stipulata da ciascun volontario.
  • Per entrare in Tanzania è necessario un visto che può essere rilasciato direttamente all’arrivo in aeroporto o richiesto prima della partenza alle rappresentanze consolari in Italia, il cui costo è pari a circa 50 dollari.
  • spese personali aggiuntivequali uscite ed escursioni nel tempo libero, acquisti personali, pasti fuori casa, ecc.
  • trasporti aggiuntivi. Se il volontario decide di effettuare spostamenti al di fuori di quelli strettamente previsti per lo svolgimento delle attività del campo, le spese di tali trasporti rimango esclusivamente a suo carico.

 

ALTRE INFORMAZIONI GENERALI

  • Il visto generalmente può essere richiesto direttamente all’arrivo in aeroporto
  • Per motivi di sicurezza legati ai luoghi in cui il volontario si recherà, l’associazione richiede che tutti i volontari siano coperti da assicurazione per assistenza sanitaria e rimborso spese mediche per tutto il periodo di durata del campo.
  • Si consiglia di rivolgersi al proprio medico o alla propria ASL territoriale, reparto vaccinazioni internazionali, per avere tutte le informazioni necessarie ad effettuare una scelta consapevole delle possibili vaccinazioni da effettuare e profilassi da seguire.

 

Per ulteriori informazioni i candidati possono inviare un’e-mail all’indirizzo: info@whyinsieme.org

Lascia un commento