CAMPO VOLONTARI 2016:
il bando di partecipazione

PROGETTO VOLONTARI 2016:
SONO APERTE LE CANDIDATURE!

Campo di volontariato 1

Campo di volontariato 2Campo di volontariato 3

 

1. OBIETTIVI GENERALI E SCOPO DEL PROGETTO

Cerchiamo volontari con competenze nel campo dell’istruzione e dell’educazione, che possano aiutarci a migliorare la formazione del personale impiegato in alcuni dei nostri asili e delle persone che vivono nei villaggi della zona.

IL PROGETTO ANDRÀ AD IMPEGNARE I VOLONTARI SU DUE FRONTI DIDATTICI:

  • LA FORMAZIONE PRESSO GLI ASILI situati nei villaggi di Mtende e Kibuteni, che si terrà al mattino
  • CORSI DI LINGUA PER ADULTI (italiano e\o inglese) che si terranno nel pomeriggio (uno o due in settimana)

1.1 LA FORMAZIONE PRESSO GLI ASILI

La scelta di promuovere questo progetto parte dalla rilevazione della carenza, in loco, di mezzi di aggiornamento delle conoscenze e competenze pedagogiche di base per le maestre impegnate nelle nostre scuole materne. Le maestre, pur avendo tutte terminato il ciclo di studi previsto a livello Ministeriale, hanno generalmente una preparazione troppo basilare e soprattutto non supportata da aggiornamenti e approfondimenti periodici adeguati, ritenuti da noi fondamentali per mantenere un livello didattico qualitativamente soddisfacente e soprattutto benefico per gli utenti dei nostri asili.
La scarsa preparazione in campo pedagogico si unisce poi alla carente conoscenza della lingua inglese, che rimane troppo basilare, poco diffusa e a volte molto approssimativa.

La presenza quotidiana di volontari dedicati alla formazione delle insegnanti, sia su tematiche di tipo pedagogico che sulla lingua inglese, ci consente di intervenire su più livelli, di coinvolgere gradualmente insegnanti e studenti e permette loro di apprendere nuove competenze in modo mirato e continuativo, seppur in un arco di tempo limitato.

Questo progetto è già stato realizzato, in forma sperimentale, presso una delle nostre scuole, lo scorso anno, con buoni risultati sia dal punto di vista formativo che motivazionale. Pertanto abbiamo deciso di continuare su questa linea, rafforzando il lavoro già svolto e per poter ampliare l’offerta formativa anche su altre scuole.

LEGGI QUI LA DESCRIZIONE SPECIFICA

1.2 CORSI DI LINGUA PER ADULTI

Un’esigenza emersa in modo molto chiaro da parte della popolazione riguarda l’apprendimento della lingua italiana e inglese, in particolare nelle zone in cui il turismo è maggiormente sviluppato.
Vogliamo quanto prima provare a rispondere a questo bisogno offrendo corsi gratuiti per le persone del posto, avvalendoci del supporto dei volontari.
La tipologia e la cadenza dei corsi verrà definita in base alle candidature che riceveremo.

LEGGI QUI LA DESCRIZIONE SPECIFICA

 

2. LO SPIRITO DEL PROGETTO

SIAMO A ZANZIBAR, MA NON È UNA VACANZA! Premessa forte ma necessaria dato il contesto in cui ci troviamo ad operare…
Zanzibar è vista per lo più come una meta di vacanza, svago e relax… Ma questo vale per i turisti.
Noi cerchiamo VOLONTARI che guardino oltre le spiagge…
Persone intenzionate a mettersi a disposizione per aiutarci e aiutare la popolazione dei villaggi a migliorare le condizioni di istruzione dei loro bambini, e a migliorare le possibilità di lavoro apprendendo una lingua nuova.
I contesti dove operiamo NON sono sulla spiaggia, ma nell’entroterra, dove i volontari vivranno in alloggi semplici e in condivisione con altri volontari, a stretto contatto con la popolazione della quale è necessario conoscere e soprattutto rispettare il contesto culturale e sociale.

Si tratta dunque di una esperienza forte, profonda, complessa sotto molti aspetti ma estremamente arricchente e intensa, per coloro che intendono affrontarla nel modo corretto.
Noi accompagneremo i volontari lungo tutto il percorso dell’esperienza, sia nella preparazione che nel suo svolgimento.
Per questo chiediamo, al di la delle competenze professionali, soprattutto grande spirito di collaborazione, elasticità e apertura nell’affrontare le attività proposte.

Naturalmente ci saranno anche momenti di svago, nei giorni di riposo, durante i quali i volontari saranno liberi di organizzarsi le giornate come preferiscono.
Riposo, relax, mare, o gite per scoprire l’isola… Zanzibar offre certamente tantissime possibilità di divertimento, scoperta e conoscenza, da affrontare sempre con lo spirito dell’ospite rispettoso!

 

3. PROFILI RICHIESTI PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE

3.1 REQUISITI PER LA SELEZIONE:

  • minimo 21 anni
  • buona conoscenza della lingua inglese

REQUISITI PROFESSIONALI:

  • attitudine verso i bambini in età 3-8 anni circa e verso l’insegnamento
  • conoscenze nel campo della formazione per l’infanzia (esperienze professionali o di studio nel campo della pedagogia. Vanno tuttavia bene anche esperienze di attività volontaria in questo campo come ad esempio animazione, assistenza, ecc…)

REQUISITI PERSONALI:

  • seria motivazione al volontariato, alla collaborazione e alla partecipazione costruttiva delle attività promosse sul campo (non è una “vacanza alternativa”)
  • elevato spirito di adattamento
  • buone capacità di convivenza (gli alloggi verranno condivisi con gli altri volontari)
  • flessibilità
  • capacità di accettare e affrontare l’imprevedibile con maturità, spirito collaborativo e propositivo
  • capacità di confronto costruttivo con le persone
  • capacità di lavoro in gruppo
  • autonomia nella gestione del lavoro programmato

3.2 PRIORITÀ NELLA SELEZIONE PER CHI POSSIEDE LE SEGUENTI COMPETENZE:

  • precedenti esperienze di volontariato, meglio se in Africa sub-sahariana
  • buone capacità manuali (per lavori di vario genere, quali disegno, attività creative con bambini, tinteggiatura pareti…) in quanto durante il periodo presso le scuole si realizzeranno anche piccole opere di manutenzione delle strutture insieme al personale locale
  • possesso di competenze specifiche spendibili sul campo (per esempio ginnastica, disegno, attività artistiche, teatro ecc.. per le attività con i bambini)
  • esperienza nell’insegnamento (sia per l’attività con i bambini che per il corso di lingue per stranieri)

 

4. INVIO DELLE CANDIDATURE, TEMPI E LUOGHI DEL CAMPO

Le candidature devono pervenire entro il 31 DI MARZO
all’indirizzo info@whyinsieme.org

4.1 INVIO E VALUTAZIONE DELLE CANDIDATURE:
Le candidature devono contenere:

  • la descrizione (breve) delle proprie capacità, esperienze e competenze negli ambiti di interesse segnalati dal progetto (punti 3.1 e 3.2);
  • i dati anagrafici principali;
  • indirizzo e modalità di contatto in caso di selezione;
  • una indicazione del periodo di disponibilità rispetto a quello segnalato al punto 4.3

Le candidature verranno valutate e selezionate in base ai parametri indicati al punto 3 e i profili scelti saranno contattati per i colloqui conoscitivi.

4.2 COLLOQUI CONOSCITIVI
> PERIODO: APRILE

I candidati selezionati saranno contattati e invitati a venire in associazione a Trento per il colloquio conoscitivo (in casi particolari potremo concordare di effettuare il colloquio via skype).
I colloqui avverranno nel periodo di aprile, in date da concordare insieme.

4.3 INCONTRI FORMATIVI E PREPARAZIONE AL CAMPO
> PERIODO: TRA MAGGIO E GIUGNO

I candidati selezionati verranno coinvolti in incontri formativi obbligatori, dove lavoreremo insieme alla preparazione del campo, alla raccolta del materiale per le lezioni e le attività, e dove i partecipanti potranno iniziare a conoscersi e a collaborare insieme.
Gli incontri si svolgeranno presso la sede di Trento o dintorni, in date da concordare insieme, indicativamente tra maggio e giugno.

Non sarà possibile partecipare al campo a Zanzibar senza aver preso parte a questi incontri.

4.3 PERIODO DI SVOLGIMENTO E DURATA DEL CAMPO
> PERIODO: TRA INIZIO LUGLIO E INIZIO OTTOBRE
> DURATA: DA UNO (minimo) A TRE MESI
Il campo presso i progetti a Zanzibar si svolgerà all’interno dell’arco di tempo tra inizio luglio 2016 e inizio ottobre 2016 (il periodo indicato NON è variabile in quanto stabilito in base alle attività scolastiche già programmate)

Le date di partenza e arrivo verranno definite insieme ai partecipanti, anche in base ai voli aerei disponibili, in modo che tutti i volontari viaggino insieme.
Il campo avrà una durata di 3 mesi circa, da definire anche a seconda della disponibilità dei partecipanti.
È possibile fare una permanenza inferiore ai 3 mesi, ma in questo caso valuteremo insieme il periodo più adatto entro il quale inserire l’intervento.
Non si prenderanno comunque in considerazione disponibilità inferiori alle 4 settimane.

 

5. QUOTA CAMPO E SPESE A CARICO DEL VOLONTARIO

QUOTA CAMPO: 15 € al giorno (il totale andrà calcolato in base all’effettiva permanenza del volontario)

La quota è un contributo necessario che chiediamo per poter organizzare questo campo e sostenerne le spese, in quanto le risorse dell’associazione sono limitate.

5.1 LA QUOTA CAMPO COMPRENDE

  • Alloggio a Zanzibar
  • Vitto a Zanzibar (budget spesa per preparare i pasti in autonomia presso gli alloggi, oppure pasti cucinati da famiglie locali)
  • Trasporti necessari per lo svolgimento delle attività durante il campo a Zanzibar (non per gite o spostamenti di natura personale)

5.2 LA QUOTA CAMPO NON COMPRENDE

  • Spese di spostamento per raggiungere la sede di Trento
  • Spese di eventuale permanenza a Trento durante gli incontri previsti
  • Volo aereo. Per ottimizzare costi e tempi è meglio che i partecipanti arrivino e ripartano insieme, possibilmente. Una volta definito il gruppo e il periodo di permanenza, chiederemo alcuni preventivi alle compagnie aeree per trovare le condizioni economiche migliori. Non è dunque possibile dare in anticipo una quotazione precisa del prezzo dei voli, perché sono molto variabili.
  • Assicurazioni. Queste possono essere fatte personalmente, oppure tramite l’agenzia viaggi che fornisce il biglietto aereo.
  • Visti. Per entrare nello Stato è necessario un visto che si fa direttamente all’arrivo in aeroporto e costa circa 50 dollari. Anche per uscire si paga una tassa (anche se con i voli di linea spesso non è richiesta) di 40 dollari circa e che si paga sempre in aeroporto.
  • Spese personali aggiuntive. Tra queste le gite (che sono facoltative), gli acquisti personali, i pasti non effettuati a casa e le varie uscite nel tempo libero.
  • Trasporti aggiuntivi. Se i volontari decidono di spostarsi fuori dalle attività previste possono liberamente farlo, ma a proprio carico.

 

6. CONCLUSIONI

Gli obiettivi, i metodi, le azioni ed il programma esplicati nel presente progetto sono orientativi e vogliono essere uno spunto ed una guida per il volontario che affronterà questo percorso.

Ai partecipanti vorremmo lasciare, entro il possibile, ampio margine di intervento e di apporto personale, specie per quanto riguarda la scelta delle attività proposte.
A questo proposito è necessaria una preparazione personale antecedente la partenza, in modo da arrivare in loco già con qualche idea sul da farsi, salvo naturalmente apportare i dovuti aggiustamenti in base alla specificità della situazione riscontrata.

Sebbene in questo progetto si punti molto sulla partecipazione autonoma dei volontari alla vita della comunità ospitante, si garantisce al contempo la piena disponibilità da parte dei coordinatori in loco al confronto e al sostegno dei volontari durante tutta la loro permanenza a Zanzibar. In caso di necessità o urgenze si potranno quindi rivolgere a loro.
Al contempo, non è pensabile che i coordinatori siano sempre presenti, nell’arco del periodo e delle giornate, poiché i progetti da seguire sono molti. Durante il campo verranno tenute riunioni settimanali con i coordinatori per condividere i programmi delle attività, mettere a confronto idee e osservazioni sull’andamento dell’esperienza, e progettare al meglio le cose da fare.
Per questo ci auspichiamo che i volontari vogliano intraprendere questa esperienza col massimo spirito di collaborazione, apertura e voglia di fare, sia nel lavoro di gruppo che nel gestire attività in autonomia.

Per concludere, ci teniamo a sottolineare che in un percorso di volontariato come questo il partecipante diviene protagonista attivo della propria esperienza: colui che è disposto a mettersi in gioco, a partecipare, a non aspettare passivamente che qualcuno gli dica cosa fare, a metterci del proprio in termini di pensiero, fatica e spirito d’iniziativa, certamente otterrà dei buoni risultati, ma soprattutto riceverà in cambio molto più di quanto abbia speso…!