CENTRO SCOLASTICO DI MTENDE
Ora anche la scuola!

> PROGETTO DI RECUPERO DEL POLO SCOLASTICO DEL VILLAGGIO DI MTENDE:
ristrutturazione, completamento e allestimento.

>> DOPO L’ASILO (ristrutturato nel 2010), È LA VOLTA DI SCUOLA, LABORATORI E UFFICI.
NEL 2012 MTENDE AVRÀ UN POLO SCOLASTICO TUTTO NUOVO!

Mtende è un villaggio situato nella Regione Sud dell’isola di Unguja (arcipelago di Zanzibar) a circa 50 km dalla capitale.
È situato in una zona coltivata a riso, cereali locali e alberi da frutto, e presenta un grande centro scolastico composto da scuola primaria, scuola secondaria, asilo, biblioteca e aula computer. Il centro serve tutta la popolazione, ma gli edifici – ad esclusione dell’asilo, dove abbiamo già concluso l’intervento di recupero – versano in pessime condizioni e non sono certo un luogo sicuro e adatto ad ospitare il percorso formativo di bambini e ragazzi in età scolare.
La necessità di un intervento ci era stata segnalata dalla comunità di Mtende ed in particolare dal comitato scolastico con il quale collaboriamo da tempo attraverso il sostegno all’asilo.
L’edificio utilizzato per la scuola primaria è stato costruito nel 1945 e quello utilizzato per la scuola secondaria nel 1969: da allora le costruzioni non hanno ricevuto ulteriori interventi di mantenimento o ristrutturazione col conseguente degrado delle strutture.
Per questo lo scorso anno abbiamo accettato di impegnarci a ristrutturare tutti gli edifici del centro, rendendoli agibili e sicuri per gli utenti che lo frequentano.
Il progetto, finanziato dalla Provincia Autonoma di Trento, prevede la ristrutturazione, l’ampliamento e l’allestimento del complesso scolastico per dotare la comunità di strutture educative (scuola primaria, scuola secondaria, biblioteca e aula pc) in grado di ospitare tutto il ciclo della scuola dell’obbligo che, per indicazioni governative, parte dalla scuola primaria e si conclude con la IV superiore.
Il progetto prevede, oltre alle opere strutturali, una serie di attività per migliorare la preparazione degli insegnanti e in generale la qualità e il livello educativo della scuola (incontri con insegnanti ed allievi, fornitura di materiali didattici, attività con i volontari).
La presente iniziativa si inserisce nel quadro più ampio di attività realizzate in passato da WHY e che si vogliono implementare in futuro, in collaborazione con il ministero dell’educazione di Zanzibar e del Centro di formazione degli insegnanti di Kitogani.

 

> ECCO I DETTAGLI DEL PROGETTO:

> BENEFICIARI

Degli edifici scolastici:

  • tutti gli studenti, maschi e femmine, dai 7 ai 19 anni, del villaggio di Mtende. La selezione è geografica dal momento che la scuola serve gli abitanti della zona.
  • gli insegnanti che avranno una struttura adeguata per l’insegnamento e l’attività preparatoria delle lezioni
  • la comunità, che potrà usufruire di una grande stanza per incontri e momenti comunitari, matrimoni. L’aula centrale della scuola secondaria infatti è stat pensata di dimensione doppia rispetto le altre per questo motivo.

Dell’edificio biblioteca/aula pc:

  • tutti gli studenti, gli insegnanti e la comunità del villaggio che potrà avere un luogo per la lettura di libri in swahili ed inglese e potrà avere un luogo per l’apprendimento delle conoscenze informatiche.

DESTINATARI INDIRETTI:

  • le famiglie degli studenti.
  • tutta la comunità cittadina.
  • le generazioni future.

> CONTESTO DI REALIZZAZIONE

Il progetto si realizza nel villaggio di Mtende, collocato sulla costa sud orientale dell’isola di Unguja, Zanzibar, (255) Tanzania.
Il villaggio di Mtende si trova a circa 50 km dalla capitale, è molto grande territorialmente ma è discretamente abitato, è composto da una sola shehia (frazione amministrativa) con un capovillaggio ed un sindaco (autorità politica chiamata Diwani).
Il villaggio è fornito di un acquedotto che, a turni alterni (h 8.00-16.00 / 16.00-8.00) fornisce acqua alla parte settentrionale ed a quella meridionale.
Purtroppo l’acqua distribuita  è leggermente salmastra  e questo può causare, in determinati periodi dell’anno, disagi a livello sanitario (epidemie, colera, infezioni intestinali ed epidermiche) anche se i principali disagi rimangono quelli legati all’apparato respiratorio (bronchiti, polmoniti, raffreddori).
La rete elettrica presente nel villaggio serve il 50% circa delle abitazioni.
Il villaggio è collegato alla città da mezzi pubblici (dala dala) che partono tra le 6 a.m. e le 3 p.m. L’economia locale è basata su pesca, agricoltura, produzione di carbone di legna ed allevamento. Quasi nulli i contatti con i turisti.
Il reddito medio annuo si aggira sui 540 € pro capite (per coloro che esercitano attività retribuita).
Negli ultimi anni la popolazione del villaggio non ha subito grandi cambiamenti, e oscilla attorno ai 1750 abitanti con 49 bambini sotto l’anno, 227 sotto i 5 anni (dati 2010) con un aumento demografico del 2% annuo circa.

Al centro del villaggio sorge il polo scolastico, oggetto del presente progetto.
Il polo comprende la scuola dell’infanzia (3 classi costruite nel 1998), la scuola primaria (11 classi costruite nel 1945), la scuola secondaria (3 classi costruite nel 1969 ed altre in costruzione), un locale biblioteca e un’ aula computer (di recente edificazione e non ultimati), servizi igienici e locali di servizio (uffici e magazzini). Intorno e negli spazi interni della scuola viene coltivato un orto a favore di studenti ed insegnanti.
La popolazione scolastica per l’anno in corso (2010) è di 311 bambini per la scuola primaria, 116 per la secondaria e 63 per l’asilo.
La percentuale di presenza scolastica supera il 90% sia per quello che riguarda gli insegnanti (25) che gli allievi.
Le materie insegnate seguono i programmi ministeriali:

  • ASILO (insegnate in lingua swahili): sport, matematica, swahili, religione, inglese, arabo e swahili
  • SCUOLA PRIMARIA (insegnate in lingua swahili): educazione civica, ambiente, inglese, scienze, arabo, matematica, religione e swahili
  • SCUOLA SECONDARIA (insegnate principalmente in inglese): biologia, chimica, fisica, matematica, geografia, ed. civica, storia, arabo, inglese, swahili, conoscenze islamiche.

 

> BISOGNI SEGNALATI

Il bisogno specifico al quale il progetto intende rispondere consiste nel ristrutturare e completare tutti gli edifici scolastici, e in particolare scuola primaria, secondaria, biblioteca, aula pc e servizi.
Le classi dell’asilo infatti sono già state completamente ristrutturate, e inaugurate, nel 2010. Potete leggere il progetto cliccando qui.

Durante la nostra collaborazione con il villaggio per il recupero dell’asilo, gli insegnanti della scuola ed il preside hanno segnalato il bisogno di ristrutturare anche il complesso scolastico.
L’edificio utilizzato per la scuola primaria è stato costruito nel 1945 e quello utilizzato per la scuola secondaria nel 1969:  da allora gli edifici non hanno ricevuto ulteriori interventi di mantenimento o ristrutturazione con conseguente degrado delle strutture.
La presente iniziativa si inserisce nel quadro più ampio di attività realizzate in passato da WHY e che si vogliono implementare in futuro, in collaborazione con il ministero dell’educazione di Zanzibar e del Centro di formazione degli insegnanti di Kitogani.
Il villaggio di Mtende dista solo 20 km dalla sede WHY e questo ha facilitato la relazione e lo scambio in questo tempo e che continuerà per il futuro.

> OBIETTIVI

Obiettivo generale del progetto
L’obiettivo generale  del progetto è di contribuire al miglioramento del sistema educativo del villaggio di Mtende mediante la ristrutturazione e il completamento del complesso scolastico  (scuola primaria, secondaria, biblioteca, aula pc e servizi)  in modo che possa essere adeguato e funzionale ai bisogni educativi locali.

Obiettivi specifici del progetto sono
Per quanto riguarda la scuola primaria:

  • dotare il villaggio di una struttura in buone condizioni per quanto riguarda pavimenti ed intonaci;
  • tinteggiare aule ed uffici;
  • allestire le aule e l’aula insegnanti con il mobilio necessario;

Per quanto riguarda la scuola secondaria:

  • completare gli edifici destinati alla scuola secondaria.
  • dotare il villaggio di una struttura in buone condizioni per quanto riguarda pavimenti,  intonaci, tetto e rifiniture;
  • tinteggiare aule ed uffici;
  • allestire le aule e l’aula insegnanti con il mobilio necessario

Comuni alla scuola primaria e secondaria:

  • fornire le scuola di servizi igienici dotati di acqua corrente;
  • migliorare la condizione igienica degli alunni mediante la dotazione di acqua corrente
  • completare il locale biblioteca e aula pc
  • monitorare tutte le attività costantemente (con i partner locali e  WHY);
  • realizzare attività didattiche in collaborazione tra il corpo docenti e i volontari di WHY;
  • informare e sensibilizzare la comunità trentina;
  • controllare la realizzazione del progetto in tutte le sue attività

> RISULTATI PREVISTI

  • il villaggio di Mtende avrà una scuola rinnovata e completa in grado di accogliere  tutto il ciclo della scuola primaria e secondaria;
  • le nuove aule/spazi saranno arredati;
  • creazione di una biblioteca e di una aula pc funzionanti
  • la nuova scuola avrà nuovi servizi igienici con acqua corrente e una condizione igienica migliore;
  • attività monitorate;
  • dalla cooperazione con i volontari, valore aggiunto alla comunità locale e all’associazione WHY;
  • la comunità trentina verrà sensibilizzata attraverso una adeguata campagna di informazione (internet, giornalino, materiale associativo) rispetto ai temi della cooperazione internazionale;
  • la sede italiana dell’associazione più informata e coinvolta nelle attività che si realizzano a Zanzibar
  • è prevista anche una visita in Italia di un membro dello staff locale in modo che la testimonianza e la sensibilizzazione siano più vive ed efficaci

> VALUTAZIONE

Il monitoraggio e la valutazione dell’iniziativa sarà effettuato regolarmente dai volontari WHY che si recheranno periodicamente a Zanzibar  con il supporto logistico e informativo del personale espatriato presente in maniera continuativa a Jambiani.
Verranno monitorate in maniera accurata tutte le fasi di preparazione e realizzazione del progetto e, in particolare, l’acquisto dei materiali secondo gli standard qualitativi richiesti,  la costruzione della struttura nel rispetto del cronogramma stilato  e del progetto scritto, l’allestimento delle attrezzature, l’acquisto dei materiali didattici.
La valutazione sarà fatta alla conclusione di tutte le attività, osservando in maniera precisa i profili dell’efficacia del progetto, il gradimento e la sostenibilità dello stesso.
Per ottenere questi dati, si utilizzeranno degli strumenti preparati “ad hoc” (per esempio, questionari di gradimento rivolti ai partecipanti ai corsi di formazione), i dati offerti dal sistema informativo scolastico e, soprattutto, la relazione continua con il comitato scolastico di Mtende.
Per quello che riguarda la costruzione ci si affiderà anche ad un ingegnere locale, ma esterno all’impresa Kaunda, per controllare la qualità del lavoro.
A fine progetto verrà fatta una missione valutativa da parte di un socio dell’associazione per accertare la realizzazione di tutte le attività secondo quanto stabilito dal progetto. Il socio si fermerà a Zanzibar e visiterà anche i numerosi progetti che l’associazione implementa sull’isola.
Al termine della missione WHY stilerà una relazione che verrà depositata anche in Provincia.