L’IDEA

IMMAGINA UN LUOGO.

Un posto per tutti quei ragazzi che hanno bisogno di giocare, studiare,
crescere in serenità e realizzarsi liberamente.
Questo luogo lo abbiamo immaginato anche noi,
e da questa idea è nata WHY.


WHY ha come caratteristica quella di essere in un LUOGO.
In questo luogo mette una CASA.
Attorno a questa casa ruotano i GIOVANI.


Ecco l’origine del nome WHY – a World Home for Youth: una Casa nel Mondo per i Giovani.
L’idea di creare WHY è nata nel 2004 dall’esperienza di volontariato dei fondatori, condivisa in un Paese in via di Sviluppo.
La comprensione del valore e della forza di quanto avevano vissuto insieme li ha spinti a dare vita all’Associazione: volevano dare continuità a tale esperienza e offrire anche ad altri la possibilità di viverla direttamente.
L’obiettivo quindi è la condivisione di esperienze – di vita, di lavoro e di accoglienza – che portino tutte le persone coinvolte a crescere, offrendo la possibilità a chi è più svantaggiato di avere le opportunità di costruirsi un futuro migliore, attraverso adeguati progetti educativi, di finanziamento e di lavoro.
È attraverso questa condivisione di esperienze che vogliamo sviluppare le nostre opere:
realizziamo progetti a beneficio delle comunità svantaggiate nelle quali ci troviamo a lavorare accogliendo volontari che scelgono di offrire tempo e lavoro per una crescita umana e sociale che coinvolga tutti i protagonisti dell’esperienza, loro stessi per primi.
Comprendendo che alla fine non ci sono piani diversi tra chi da e chi riceve, tra chi accoglie e chi viene accolto.
Partecipando con la consapevolezza che – vivendo tale esperienza con la voglia di capire, di conoscere, di aprirsi al diverso – tutti donano e ricevono in dono qualcosa.
Nei luoghi nei quali ci troviamo di volta in volta ad operare ci siamo come casa, ci siamo per stare insieme, ci siamo per cooperare con.
In questi luoghi mettiamo al centro l’esserci, inteso come impegno, tempo, attenzione, ascolto, condivisione e responsabilità.
Verso noi stessi, verso gli altri, e verso il lavoro che ci coinvolge.
Così nascono i nostri progetti: è il luogo che ci dice cosa fare e come lo possiamo fare.
Le persone che vi incontriamo ci aiutano a capire – attraverso l’ascolto e la reciproca conoscenza – che strada prendere e quali opere attivare per crescere, tutti, insieme.

Lascia un commento