Eveline e Laura: LA MAGIA DI JAMBIANI

Dopo alcune settimane dal nostro rientro, ci ritroviamo nella fredda Trento a ricordare quest’esperienza che come un incantesimo ci ha stregate.
Sembra ieri quel dieci ottobre in cui sette volontari in attesa all’aeroporto carichi di bagagli e di euforia si guardavano negli occhi in cerca di risposte…nessuno aveva ben chiaro a cosa sarebbe andato incontro o, quanto meno, gli era difficile immaginarlo.
Una volta arrivati, quegli stessi occhi si sono persi emozionandosi nell’atmosfera di questa nuova realtà desiderosi di catturare nella memoria ogni singolo momento ed immagine.
Jambiani ci ha fatto fare un tuffo nei colori del suo mare, negli abbracci dei bambini, nei sorrisi della gente, nei profumi della sua terra e nei sapori della tradizione.
L’alba di ogni giorno scandiva il programma lavori pensato per portare il nostro aiuto negli asili gestiti dall’associazione; le giornate erano impegnative sotto tutti i punti di vista ma riuscivano comunque a farci tornare a casa la sera sempre più motivati. Si respirava un’atmosfera di armonia e forte complicità tra i volontari e lo staff  locale, ma tutta questa positività ha fatto scorrere il tempo senza che nemmeno ce ne accorgessimo.
E rieccoci all’aeroporto. Le nostre valigie erano state svuotate per liberarci dal timore di non superare i controlli… Per fortuna nessuno ha mai posto limiti al “bagaglio” del cuore: siamo partiti per donare noi stessi ma abbiamo ricevuto molto di più.

> ottobre 2011
> Dai volontari
>> Laura e Eveline