LIBRI 2

RACCONTAMI UNA STORIA LONTANA!

Una piccola raccolta di favole per bambini, illustrate dai bambini!

1_Volontariato.indd

 

1_Volontariato.indd

Dati del libro:

pagine: 64, a colori
copertina cartonata
misure: 16×21,5 cm
lingua: italiano, inglese, kiswahili

Descrizione:

Il progetto “Raccontami una storia lontana!” nasce dalla voglia di dare il nostro piccolo contributo affinché i bambini italiani e zanzibarini (ma non solo, speriamo) abbiano alcuni strumenti concreti di reciproca conoscenza. Strumenti semplici basati su immagini, fotografie, racconti di vita quotidiana, esempi di giochi eccetera, che porteremo negli asili e le scuole italiane che vogliono partecipare, e che sono interessate al piccolo percorso culturale che proponiamo. Inoltre, faremo lo stesso presso le nostre scuole a Zanzibar, grazie all’aiuto dei nostri volontari.

L’idea è nata da una semplice considerazione. La paura nasce dall’ignoranza: temiamo l’altro finché non lo conosciamo. Il fenomeno denominato globalizzazione pone continuamente a confronto comunità anche molto distanti tra loro: tante persone ricche di culture e tradizioni diverse si incontrano e, purtroppo, spesso le reciproche abitudini, gli usi, i modi di vivere entrano in conflitto perché messi in crisi dalla mancanza di conoscenza, dalla conseguente diffidenza, dalla distanza che si crea dalla “paura del diverso”.

Nella nostra esperienza a Zanzibar ci siamo trovati più volte alle prese con le problematiche causate dalla mancanza di conoscenza reciproca tra la cultura occidentale e quella locale, che si incontrano costantemente dato il grande flusso di turismo che interessa l’isola, ma che spesso porta più problemi che guadagni per la gente che la abita. Il confronto culturale non supportato dal riconoscimento e dalla conoscenza delle reciproche caratteristiche culturali porta purtroppo a facili incomprensioni, errate interpretazioni, e conseguenti diffidenze.

Con questo piccolo progetto cerchiamo di mettere idealmente i bambini delle due diverse culture in contatto tra loro, li stimoliamo a trovare confronti e punti in comune che possano diventare elementi sui quali basare un percorso conoscitivo che li porti ad aprirsi davanti alla diversità, a percepirla come un motivo di crescita, e non di frustrazione.

Tra questi elementi c’è anche questo piccolo libro, scritto in tre lingue per essere comprensibile a più persone, e frutto del lavoro di bambini italiani e bambini dei nostri asili a Zanzibar che, aiutati dai nostri volontari e dagli insegnanti, hanno realizzato i disegni. Una raccolta di favole che i bambini hanno scelto nel loro repertorio o che hanno inventato, dove raccontano agli “amici lontani” un po’ dei loro luoghi, le loro usanze, ciò che li circonda. Anche attraverso queste favole i bambini possono scoprire di vivere in posti molto diversi che determinano modi di vivere e abitudini un po’ strani ad occhi esterni, ma scoprono pure di avere in comune molte cose preziose: i valori dell’amicizia, della collaborazione, del dono, della voglia di costruirsi un domani ricco di colore e fiducia reciproca. Valori che non hanno luogo, non hanno colore, non hanno confini se non quelli che noi gli diamo con le nostre chiusure interiori.

IL PROGETTO SVOLTO NELLE SCUOLE

Il 2014 ha visto svolgersi la prima parte del progetto “Raccontami una storia lontana” (in parte finanziato dalla Provincia di Trento).
Un progetto che realizzato per portare a conoscenza dei bambini di asili e elementari della zona la realtà dei loro piccoli “colleghi” a Zanzibar. Abbiamo riflettuto insieme sui tanti aspetti che possono fare differenza tra il vivere qui e laggiù, e fatto emergere gli elementi in comune che legano tra loro con un filo immaginario tutti i bambini, anche i più lontani.
Elementi che li pongono tutti sulla stessa strada, quella verso la realizzazione del loro futuro: il diritto all’istruzione, la possibilità di andare a scuola, la voglia di giocare insieme, la capacità di inventarsi soluzioni anche davanti alle difficoltà usando fantasia e ottimismo.
Ottima la risposta dei bambini, e straordinaria la collaborazione delle loro insegnanti, anche quando durante i laboratori di costruzione dei “giocattoli ricicloni” abbiamo invaso le classi di bottiglie e materiale di recupero…!

 

ReportTrt2014_12 ReportTrt2014_11 ReportTrt2014_10 ReportTrt2014_09

Ci auguriamo che le favole vengano lette in compagnia, che possano diventare un’ispirazione per parlare di diversità e di accoglienza, di lontananza e di comunità, e che siano un modo per imparare a conoscerci e rispettarci un po’ di più tra abitanti di questo unico, bellissimo pianeta.

La sfida che tutti noi di WHY Onlus abbiamo intrapreso è proprio questa: dare ai bambini la possibilità di costruirsi un futuro migliore attraverso l’educazione, l’istruzione e la conoscenza.

 

Per info sul progetto, come realizzarlo nelle classi, e/o ordinare il libro scrivere a: info@whyinsieme.org