Progetto “Ricostruire insieme”
dopo lo tsunami del 2004
Tamil Nadu, distretto di Cuddalore

Queste attività si sono svolte nell’ambito di un intervento multisettoriale denominato “Ricostruire insieme” a favore delle popolazioni colpite dal maremoto nell’Oceano Indiano del 26.12.2004.

Gli interventi sono stati finanziati dal Fondo Vittime del maremoto, promosso da Provincia Autonoma di Trento, Consorzio dei Comuni Trentini, Associazione degli Industriali della Provincia di Trento, Federazione Trentina delle Cooperative, Unione Commercio, Turismo e Attività di Servizio, Confesercenti del Trentino, Associazione Artigiani e Piccole Imprese della Provincia di Trento, Associazione albergatori della Provincia di Trento, C.G.I.L. del Trentino; C.I.S.L. del Trentino; U.I.L. del Trentino.

Oltre a WHY partecipano al progetto anche le associazioni GTV – Gruppo Trentino Volontariato e MICROFINANZA E SVILUPPO.

L’obiettivo generale mira al il ripristino del tessuto sociale ed economico delle comunità colpite dal maremoto nel distretto di Cuddalore, nel Tamil Nadu, e al miglioramento delle preesistenti condizioni sociali, economiche e sanitarie.

Macroprogetto suddiviso in diversi settori di intervento:

Ente finanziatore: Fondo vittime del maremoto, donatori privati
Quando: anno 2006 e 2007

Costruzione di 14 magazzini per le cooperative di pescatori

Annankoil, distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY Onlus, GTV Onlus, associazione Microfinanza e SVILUPPO
Partner locale: Sumanahalli
Scopo: Ripristinare le attività produttive precedenti il maremoto e offrire ai dipendenti delle 14 ditte impegnate nella lavorazione e commercializzazione del pesce delle migliori condizioni lavorative sia da un punto di vista di sicurezza che di condizioni igienico-sanitarie.
Beneficiari: Beneficiari diretti del progetto sono i 14 proprietari delle ditte e i loro dipendenti. Indirettamente beneficiano le loro famiglie e più ampiamente la comunità del villaggio impegnata lungo tutta la filiera

Costruzione di 13 negozi per la commercializzazione del pesce

Distretto di Cuddalore, Tamil nadu. INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Sumanahalli
Scopo: Ripristinare le attività commerciali legate alla pesca duramente colpite dal maremoto.
Beneficiari: i 13 proprietari dei negozi e le loro famiglie e più ampiamente coloro che ruotano attorno alla filiera.
Ente finanziatore:Fondo vittime del maremoto, donatori privati

Microcredito ai ciclovenditori di pesce in bicicletta

Distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Bless
Scopo: Migliorare le condizioni socio-economiche dei venditori ambulanti di pesce e stimolare una cultura del risparmio. Attraverso l’elargizione di microcrediti i venditori  di pesce hanno la possibilità di estinguere i debiti contratti con prestatori di soldi informali (generalmente caratterizzati da alti tassi di interesse) e in un secondo momento di utilizzare i risparmi per piccoli investimenti produttivi.
Beneficiari: Beneficiari diretti dell’attività di microcredito sono 156 venditori di pesce ambulanti in bicicletta suddivisi in 10 Self Help Groups (SGHs). Indirettamente beneficiano le loro famiglie. Inoltre, la creazione di un fondo a rotazione permetterà in un futuro prossimo di allargare l’azione ai restanti tra i 400 venditori ambulanti di pesce che gravitano attorno al porto di Annankoil

Costruzione di un salone comunitario

Irasapettai, distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Sumanahalli
Scopo: Favorire momenti di incontro e scambio all’interno della comunità di Irasapettai attraverso la creazione di uno spazio comune
Beneficiari: Beneficiari dell’intervento sono i circa 2.500 abitanti del villaggio di Irasapettai. Beneficiano inoltre direttamente gli addetti ai lavori

10 corsi su tematiche nutrizionali ed igienico sanitarie

Parangipettai, distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Centro medico Saint Albans
Scopo: Sensibilizzare la popolazione in ambito igienico-sanitario e nutrizionale prestando particolare attenzione alla prevenzione e all’adozione di semplici pratiche per ridurre il rischio di contrazione di malattie e contagio.
Beneficiari: Beneficiari diretti sono i circa 700 partecipanti ai corsi. Vengono inoltre formate delle figure specifiche – i catalizzatori – che a loro volta terranno i corsi in altri villaggi raggiungendo così un maggior numero di beneficiari

10 doposcuola serali per i bambini

Distretto di Cuddalore, tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Salesiani di don Bosco dell’India meridionale, sezione di Chennai
Scopo: Offrire ai partecipanti la possibilità di essere seguiti da personale qualificato nei momenti di apprendimento individuale e favorire momenti di incontro e attività ludico-ricreative
Beneficiari: Beneficiari diretti sono i 406 bambini di età compresa tra i 3 e i 15 anni che frequentano i centri. Indirettamente beneficiano le loro famiglie che spesso, a causa del basso se non inesistente livello di alfabetizzazione, non sono in grado di seguire i figli nelle loro attività scolastiche. Beneficiano inoltre le 10 insegnanti e le loro famiglie

10 centri di formazione professionale sartoria

Distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Salesiani di don Bosco dell’India meridionale, sezione di Chennai.
Scopo: Offrire alle partecipanti delle competenze tecniche specifiche e altamente spendibili sul mercato del lavoro locale. Più ampiamente, favorire una presa di coscienza della rilevanza del ruolo della donna all’interno della famiglia e della collettività
Beneficiari: Beneficiarie dirette sono le 102 donne partecipanti ai corsi e le 10 insegnanti. Indirettamente beneficeranno le loro famiglie

Creazione di un laboratorio di sartoria

Distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: Salesiani di don Bosco dell’India meridionale, sezione di Chennai.
Scopo: Introdurre nel mondo del lavoro alcune tra le partecipanti ai corsi, garantendo allo stesso tempo la prosecuzione delle attività formative
Beneficiari: Beneficiarie dirette sono 20 tra le partecipanti ai corsi di formazione che verranno selezionate sulla base delle loro competenze, motivazioni disponibilità. Indirettamente beneficeranno le famiglie che vedranno migliorate le loro condizioni socio-economiche e le persone che ruotano attorno a questa attività

Ampliamento della scuola New Modern School attraverso la costruzione di 3 nuove aule al primo piano dell’edificio

Pondicherry, distretto di Cuddalore, Tamil Nadu, INDIA
Partner italiani: WHY onlus, GTV onlus, associazione MICROFINANZA e SVILUPPO
Partner locale: istituto scolastico New Modern School
Scopo: La New Modern Vidhya Mandir High School è una scuola privata in lingua inglese situata in un quartiere disagiato della città di Pondicherry. Ha come missione quella di  favorire l’accesso a un’educazione di buon livello anche a bambini provenienti da famiglie a basso o medio reddito o con salari precari e a giornata, agendo contemporaneamente sulle due leve della richiesta di tasse d’iscrizione molto basse da un lato, e del dotarsi di strumenti, metodi e programmi educativi moderni e completi dall’altro. Ne consegue che l’istituto – che pur riesce a provvedere autonomamente agli stipendi del personale e ai costi strutturali – per portare avanti compiutamente questa politica si trovi costantemente nella necessità di cercare finanziamenti esterni.
Beneficiari: I destinatari diretti del progetto sono i 780 alunni della scuola che potranno beneficiare di condizioni ambientali più favorevoli e di strumenti informatici e didattici più avanzati e aggiornati. Come anticipato, gli alunni, sia femmine che maschi, provengono da famiglie appartenenti alle classi medie e basse, generalmente coincidenti con le cosiddette scheduled castes (le caste inferiori del sistema sociale indiano) e hanno un’età compresa tra i 3 e i 15 anni: una cinquantina di loro nel dicembre del 2004 fu colpita direttamente dallo tsunami, e la metà dei rimanenti proviene da zone comunque interessate dalle conseguenze del maremoto.

Lascia un commento